SERVIZIO CONTROLLO DEL PESO

Il nostro servizio sul controllo del peso è indicato a tutte quelle persone che hanno difficoltà a controllare il proprio peso. Riguarda tutti, da chi ha problemi di sottopeso a chi ha sovrappeso. Il nostro Protocollo, che in realtà non lo abbiamo inventato noi, è frutto di studi scientifici fatti dall’istituto Europeo di Medicina Molecolare, ci aiuta a far si che il nostro organismo funzioni nel miglior modo possibile, mettendo in atto una qualità innata, ovvero l’autoregolazione. Ma vediamo nel dettaglio, le 3 Fasi che permettono tutto questo……..

In questo video, vengono analizzate le prime due fasi che caratterizzano la base per una buona riuscita del programma. E’ importante seguirle in ordine cronologico, senza di queste, come capita sempre, qualsiasi risultato si cerchi di perseguire, risulterà più lento, faticoso e limitato nel tempo.

Conoscete qualcuno che prova o ha provato mille diete e alla fine non riesce ad avere risultati ottimali e a mantenerli nel tempo?

ZUCCHERI

La prima prova è togliere l’abitudine a mangiare troppi zuccheri o meglio cibi troppo glicemici. Bisogna dare un taglio netto perché questo è il motivo per cui poi le diete non funzionano. Hai presente quando fai la dieta iperproteica, insalatina e bistecchina per 15 giorni e dimagrisci? Ma se non ti sei tolto dalla bramosia di cibi iperglicemici, ci ricaschi e la chiamano un rebound. Rebound, vuol dire semplicemente che non hai risolto la bramosia dei cibi zuccherini d’accordo? Quindi in realtà dobbiamo dare un taglio netto a certi cibi e poi assumere un’abitudine che durerà tutta la vita

 Zucchero chiama zucchero!! Questo include non solo lo zucchero, ma anche le farine e altri alimenti di questo genere. I nostri programmi alimentari, non si possono veramente definire diete, perché non hanno le quantità, non sono fatte di 30 grammi di quello e 30 grammi di altro. La cosa più importante è che vieni messo davanti a ogni consiglio alimentare su quali sono le cose da evitare che sono errori madornali che fanno le persone.

Per esempio evita le bibite, evita le bibite zuccherate e gasate anche quelle light. Perché anche se non hanno calorie ti rovinano la flora e questo innesca dei problemi che ti fanno ingrassare a lungo termine. E’ stato visto da molti paper scientifici che hanno indagato sull’effetto per esempio dell’aspartame, acesulfame e tutte quelle robe che sono in realtà sostanze non esistenti in natura. Qui il corpo non sa reagire bene, quindi ti devi abituare a fare la spesa in maniera un pochino differente.

Una signora è dimagrita di 16 chili e non ha cambiato radicalmente la sua dieta, non ha per niente cambiato la sua dieta. Si è accorta dagli esami che mettendo a posto il metabolismo ed evitando errori madornali, tipo lo zucchero in eccesso, la sua tiroide, gliel’ha detto il dottore è ripartita. Una tiroide pigra è ripartita. In questo caso è stata fortunata, poteva anche non ripartire, ma ribadisco c’è sempre una questione di equilibrio

METABOLISMO

La seconda parte ha a che fare con il metabolismo. Perché il metabolismo è fatto di tante reazioni biochimiche e se queste reazioni biochimiche non avvengono tu non dimagrisci neanche se mangi pane e acqua tutta la vita. Cosa vuol dire metabolismo? Beh molto spesso sono carenze nutrizionali, sono altre cose che non vanno; ma il metabolismo in ordine tende da solo ad andare al peso forma.

Per capire bene la complessità dei processi metabolici, basta guardare la sua mappa, tra altro anche molto recente.

Visto che in questo servizio ci stiamo occupando di controllo del peso, ci limiteremo alla gestione dei grassi come carburante e gestione dei carboidrati.

Faccio anche l’esempio che non per forza sono vitamine quelle che mancano, ci sono persone che bevono troppo poco. Tutte le reazioni biochimiche fanno un grandissimo consumo di acqua. Non credo ce ne sia neanche una tra le reazioni biochimiche del corpo che funziona senza la nostra cara h2o. Quindi le persone disidratate qualche volta hanno un problema semplicemente di doversi idratare di più e tutto funziona bene.

Se tu sei uno di quelli super disidratati e ti svegli la mattina e bevi mezzo litro di acqua o un litro di acqua gradualmente, senza farti venire una sincope, già questo fa si che veramente ti sgonfi, veramente ti senti meglio. Veramente l’intestino comincia a funzionare meglio e quindi scarichi e certamente pesi un paio di chili di meno.

Se uno ha delle abitudini completamente sbagliate è facile rimediare. Il problema è che poi dobbiamo vedere cos’è per ogni singola persona. 

BILANCIO ENERGETICO

La terza e ultima fase è il bilancio energetico. Normalmente questa è l’unica fase di cui ci occupiamo, senza tenere conto che forse ,il nostro corpo, non è nelle condizioni ottimali per permetterci di trarre vantaggi dal programma che stiamo seguendo. Senza aver prestato attenzione sulla prima fase, risulta difficile mantenere stabile, regolare e gestibile il nostro appetito. Le visioni e le tentazioni sono sempre in agguato, iniziamo a curiosare in tutte le trasmissioni e canali social ricette, video ricette e fantasie. Inoltre continuerà ad esserci una instabilità nella componente ormonale con tutto quello che ne consegue.

Il Bilancio Energetico tiene conto di due fattori, il primo è l’introito calorico attraverso il cibo e il secondo è il consumo energetico. Andiamo ad analizzarne uno ad uno. Questa fase sarà il settaggio che stabilirà il nostro nuovo stile di vita che dovrebbe accompagnarci per tutta la vita, quindi è fondamentale avere le idee chiare.

CIBO

Il cibo è il nostro carburante, la nostra benzina. E’ importante la qualità di quello che ingeriamo. In linea di massima è da preferire prodotti di stagione, non raffinati, alimenti che hanno subito pochi processi di lavorazione e che non contengano conservanti o additivi nocivi per la salute. Da Studi scientifici oggi, è evidente che la nostra alimentazione è troppo carica di Zuccheri e farine raffinate, di bibite e bevande contenenti zuccheri liquidi, tutto veleno per il nostro intestino e la nostra salute. In più, a questo grosso carico di energia subito disponibile ci aggiungiamo discrete quote di grasso, che pur buoni, rimangono risorse che il nostro corpo non riesce a smaltire e quindi va in deposito.

Quindi bisogna prendere una decisione. Da recenti studi, al contrario di quanto si diceva in passato (Su pressione dell’industria alimentare), hanno dimostrato che tra zuccheri e grassi sarebbero da preferire i grassi come fonte energetica anche perché oltre che a fornire energia svolge altre funzioni importanti nel nostro organismo.  

L’idea che i carboidrati sono vitali per noi, è del tutto sbagliato. Avete mai sentito parlare di qualche malattia per carenza di carboidrati? La Verità è che l’elemento vitale per noi è il glucosio. I carboidrati e gli zuccheri sono gli ingredienti che il corpo sintetizza prima perché più facili da lavorare, ma in assenza di questi, il corpo è in grado di ricavarlo da solo da proteine e grassi tramite la produzione dei Chetoni. E’ importante capire questo, non entriamo nel dettaglio altrimenti diventa complesso e per chi dice che il corpo non può stare tanto tempo in chetosi perché produce più acidi, beh, anche questo è sintomo di ignoranza perché Chetosi fisiologica e cheto acidosi sono due cose ben distinte.

Bene, su queste basi consigliamo di stilare il vostro nuovo stile di vita. Nel blog c’è la guida 1 e la guida 2 per capire come ragionare. Una particolarità è da evidenziare, se guardi questo video documentario, che dura circa 1 ora e mezza e capirai che a parità di calorie e stile di vita, l’alimentazione che noi promuoviamo porta ad avere un peso inferiore, migliore composizione corporea e più salute.

Tuttavia pur essendo la miglior alimentazione per il nostro organismo, ha dei punti deboli. Risulta alquanto monotona per la limitata possibilità di scelta, vengono a mancare i piatti che ci piacciono di più e che sono della nostra tradizione e complica la nostra vita sociale facendoci sentire dei “diversi”. Questi punti deboli li abbiamo colmati, perché nel nostro studio, dopo un attenta ricerca, abbiamo trovato un azienda italiana che produce tutto quello che ci potrebbe mancare, con ingredienti naturali diversi, che ci permettono non solo di non rinunciare al gusto ma anche di migliorare la salute e l’intestino. Abbiamo la possibilità di effettuare assistenza a distanza, qualora lo desiderassi. Per prenotare una prima consulenza gratuita basta cliccare qui

METABOLISMO BASALE

Il metabolismo basale non è altro che il quantitativo di energia dissipata per mantenere le nostre funzioni vitali. Appartiene al bilancio delle uscite e vediamo come possiamo ottimizzarlo. In particolare per avere un Metabolismo basale ottimale è importante preservare o migliorare la massa magra, i muscoli. Questo permette in condizioni basilare di avere un consumo di energia discreto. Ci sono altri fattori che possono limitare o migliorare i consumi, per esempio l’attività Tiroidea. Tenerla sotto controllo o migliorarne l’efficienza, attraverso la giusta alimentazione e integrazione personalizzata può essere un plus niente male .

MOVIMENTO

Il movimento è da intendersi tutto quello che consumiamo in base alle nostre attività quotidiane e lavorative. Naturalmente in un discorso di dimagrimento e di salute lo sport ha il suo peso.

C’è differenza tra una semplice camminata e un attività spinta ed estenuante.

Partendo dal presupposto che per avere dei risultati tangibili per il raggiungimento dei nostri obiettivi, non possiamo non prescindere da una triade fondamentale che è alla base di ogni programma:
– alimentazione
– allenamento
– riposo
Trascurare una sola di queste può fare la differenza nel raggiungere tutto ciò che ci siamo prefissati. Le attività cardio potrebbero sortire in realtà l’effetto contrario in quanto va ad intaccare la massa magra e noi in realtà abbiamo bisogno di incrementarla per aumentare il nostro metabolismo basale. Le attività in sala pesi, possono avere un impatto migliore, quando iniziamo ad allenarci seriamente con un programma, potrebbe capitare che nelle prime settimane ci sia un afflusso maggiore di liquidi nei nostri muscoli e di conseguenza darci l’impressione di essere più gonfi. Non disperate perché è una situazione che ritorna nella normalità nelle successive settimane. Quindi possiamo sfatare le idee sbagliate che indicano la probabilità di diventare “mascoline” le donne e “mastodontici” gli uomini. Un allenamento, stilato con criterio, può solo che aiutarci a raggiungere in maniera ottimale, evidente e duratura i nostri risultati.
Un ultima precisazione, non fissatevi sul numero che leggete sulla bilancia in quanto è indicativo di tanti parametri, la bilancia pesa tutto. 1Kg di massa magra ha meno volume di 1 Kg di grasso, quindi  ascoltate e osservate il vostro corpo e imparate a sentire giorno dopo giorno i miglioramenti e se non vi basta, munitevi di un metro da sarta e misurate i cm. Rimarrete stupiti dai risultati che potrete raggiungere.
Spero di essere stato esaustivo, noi lavoriamo così, con questa filosofia e in equipe, ognuno di supporto nel settore di competenza. Seguiamo persone in tutta Italia a distanza con ottimi risultati. Non ci sono più scuse, unisciti e raggiungi con noi il tuo meritato benessere!!