Warning: A non-numeric value encountered in /home/customer/www/lucazincofisio.com/public_html/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

Nello studio RiabiliArt a Genzano di Roma tra i nostri integratori spiccano due tipologie a base di Ganoderma Lucidum. Cosa è e cosa fa al nostro organismo? Per dare le giuste informazioni vi trascrivo una traduzione dal sito PubMed che è l’organo di riferimento per le pubblicazioni scientifiche.

Ganoderma lucidum: un potente macrofungo farmacologico

Estratto

Ganoderma lucidum (Ling Zhi) è un basidiomicete marciume bianco macrofungo che è stato ampiamente utilizzato come “il fungo dell’immortalità” in Cina, Giappone, Corea e altri paesi asiatici per 2000 anni. Molto lavoro è stato svolto sul potenziale terapeutico del Ganoderma lucidum. Il basidiocarpo, la micelia e le spore del Ganoderma lucidum contengono circa 400 diversi composti bioattivi, che includono principalmente triterpenoidi, polisaccaridi, nucleotidi, steroli, steroidi, acidi grassi, proteine / peptidi e oligoelementi che è stato segnalato per avere una serie di effetti farmacologici tra cui immunomodulazione, anti-aterosclerotico, antinfiammatorio, analgesico, chemio-preventivo, antitumorale, chemio e radio protettivo, che promuove il sonno, antibatterico, antivirale (comprese le proprietà anti-HIV), ipolipidemiche, antifibrotiche, epatoprotettive, antidiabetiche, antiarogeniche, antiangiogene, antierpetiche, antiossidanti e radicali-scavenging, anti-invecchiamento, ipoglicemizzanti, estrogeniche e anti-ulcera. Ganoderma lucidum è ora riconosciuto come un coadiuvante alternativo nel trattamento di leucemia, carcinoma, epatite e diabete. Il macrofungo è di natura molto rara piuttosto non sufficiente per lo sfruttamento commerciale per emergenze terapeutiche vitali, pertanto, la coltivazione su substrati solidi, terreno liquido stazionario o mediante coltivazione sommersa è diventata un aspetto essenziale per soddisfare la forza trainante verso le crescenti richieste nel mercato internazionale. La presente revisione si concentra sugli aspetti farmacologici, sui metodi di coltivazione e sui metaboliti bioattivi che svolgono un ruolo significativo in varie applicazioni terapeutiche.

Ganoderma lucidum: un potente macrofungo farmacologico – PubMed (nih.gov)

Effetto preventivo e terapeutico del Ganoderma lucidum su lesioni e malattie renali

Astratto

Ganoderma lucidum (G. lucidum, Lingzhi) è una nota medicina tradizionale cinese per migliorare la salute e per curare numerose malattie da oltre 2000 anni nei paesi asiatici. G. lucidum ha gli abbondanti componenti chimici come triterpeni e polisaccaridi, che hanno varie attività biologiche tra cui anti-ossidazione, anti-infiammazione, anti-disturbi del fegato, crescita anti-tumorale e metastasi, ecc. Recentemente, molte linee di studi hanno chiarito gli effetti terapeutici di G. lucidum e delle sue estrazioni su varie patogenesi del danno renale acuto (AKI) e della malattia renale cronica (CKD), tra cui la malattia renale policistica autosomica dominante, la nefropatia diabetica, il danno ossidativo delle cellule tubulari prossimali renali e il processo fibrotico, il danno da riperfusione dell’ischemia renale, il danno renale indotto dal cisplatino, la nefropatia indotta da adriamicina, le malattie renali proteinuriche croniche, and so on. Le ricerche cliniche hanno anche mostrato potenti bioattività anti-malattia renale di G. lucidum. In questo capitolo, esaminiamo le ricerche sperimentali e cliniche e forniamo approfondimenti completi sugli effetti renoprotettivi di G. lucidum. Negli ultimi anni, le malattie renali hanno gradualmente suscitato attenzione a causa della loro prevalenza in forte espansione in tutto il mondo e della mancanza di terapie efficaci. Sebbene la complicata patogenesi delle malattie renali, come il danno renale acuto (AKI) e le malattie renali croniche (CKD) siano state intensamente studiate. La morbilità e la mortalità di AKI e CKD aumentano ancora continuamente. Grazie all’esperienza convenzionale e alle caratteristiche multi-target, i prodotti naturali sono stati sempre più riconosciuti come fonte alternativa per il trattamento delle malattie renali.

Effetto preventivo e terapeutico del Ganoderma lucidum su lesioni e malattie renali – PubMed (nih.gov)

GANODERMA LUCIDUM MIGLIORA LA FORMA FISICA NELLE DONNE CON FIBROMIALGIA

Introduzione: la fibromialgia è una malattia cronica caratterizzata da dolore generalizzato, rigidità, scarso condizionamento fisico, sonno non ristoratore e scarsa qualità della vita correlata alla salute. Ganoderma lucidum un tipo di fungo che ha dimostrato diversi benefici in diverse popolazioni. Ceratonia siliqua è una terapia naturale ricca di antiossidanti con potenziali benefici per la salute.

Obiettivo: valutare gli effetti del trattamento di 6 settimane di Ganoderma lucidum e Ceratonia siliqua sulla forma fisica in pazienti affetti da fibromialgia.

Metodi: sessantaquattro donne con fibromialgia hanno partecipato allo studio. Hanno preso 6 g di Ganoderma lucidum o Ceratonia siliqua al giorno per 6 settimane. Sono stati selezionati diversi test di fitness al fine di valutare la capacità funzionale.

Risultati: dopo il periodo di trattamento di 6 settimane, Ganoderma lucidum ha migliorato significativamente la resistenza aerobica, la flessibilità della parte inferiore del corpo e la velocità (p < 0,05). Non è stato osservato alcun miglioramento significativo in nessun test fisico nel gruppo Ceratonia siliqua.

Discussione e conclusione: Ganoderma lucidum può migliorare la forma fisica nelle donne con fibromialgia, mentre Ceratonia siliqua sembrava essere inefficace nell’aumentare la forma fisica. Questi risultati possono indicare che Ganoderma lucidum potrebbe essere un utile integratore alimentare per migliorare le prestazioni fisiche dei pazienti affetti da fibromialgia.

GANODERMA LUCIDUM MIGLIORA LA FORMA FISICA NELLE DONNE CON FIBROMIALGIA – PubMed (nih.gov)

Soppressione delle risposte infiammatorie e allergiche da parte del fungo farmacologicamente potente Ganoderma lucidum

Estratto

L’infiammazione acuta è il risultato di una complessa via di trasduzione del segnale che protegge e guarisce il nostro corpo ed è necessaria per la nostra buona salute e il normale benessere. Considerando che l’infiammazione cronica può essere correlata bene con l’insorgenza di una pletora di disturbi autoimmuni; artrite reumatoide, lupus sistemico e polimialgia, malattie reumatiche e di altro tipo come asma, malattie infiammatorie intestinali, disturbi cardiovascolari, colite ulcerosa e morbo di Crohn. Inoltre, è stato segnalato per essere associato con l’insorgenza di vari tumori. Un farmaco antinfiammatorio efficace dovrebbe essere in grado di inibire lo sviluppo dell’infiammazione cronica senza interferire nella normale omeostasi. Un certo numero di farmaci a base di erbe sono stati identificati in passato che possono colpire le citochine infiammatorie. Tra questi, Ganoderma lucidum: un potente fungo medicinale è stato trovato per possedere capacità immuno-modulanti e immuno-potenzianti ed è stato caratterizzato come un’erba meravigliosa. Questa revisione si concentra principalmente sul meccanismo molecolare dell’azione antinfiammatoria e antiallergica di questo fungo e fa anche luce su vari studi brevettuali relativi alla sua azione farmacologica.

Soppressione delle risposte infiammatorie e allergiche da parte del fungo farmacologicamente potente Ganoderma lucidum – PubMed (nih.gov)

Come dicevo nello studio RiabiliArt a Genzano di Roma abbiamo due tipologie di Ganoderma.

Quello Classico e quello fatto con le spore di Ganoderma. C’è la possibilità di acquistarli e riceverli comodamente a casa.

Per info o ordini scrivere via WhatsApp al numero 3934717168

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: